martedì 2 febbraio 2016

oscurità

il negro con lo zainetto si volta a scrutare nell'oscurità artificiale del paese semideserto: chi canta a quest'ora mattutina?
e proprio il suo scarso fardello rende visibilmente, manifestamente faticosa la sua andatura

13 commenti:

  1. Sembra un resoconto, scritto da una persona che ha vissuto al tempo dello schiavismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse in una vita precedente. ma direi, più correttamente, parallela. sì, le nostre vite sono parallele. buon giorno

      Elimina
    2. a volte, all'infinito, si toccano?

      Elimina
    3. Oddio, magari si, spero solo d'incontrare in un'altra vita, le persone a cui tengo, se si toccano queste parallele.
      Buon giorno.

      Elimina
  2. e che canzone cantavi ? uno spiritual ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, un'aria tratta da un'opera francese

      Elimina
    2. esperimento in nero...

      Elimina
  3. Canta qualcuno che è felice del nuovo giorno o qualcuno infelice che cerca di farsi coraggio cantando. Il "negro" (ma potrebbe essere anche una donna, o un uomo disoccupato) sembra stanco perché cerca un lavoro possibilmente non malpagato.Gli schiavi non hanno mai smesso di esistere, camminano stancamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, potrebbe benissimo essere anche.
      buon giorno, lili

      Elimina
  4. Canta qualcuno che è felice del nuovo giorno o qualcuno infelice che cerca di farsi coraggio cantando. Il "negro" (ma potrebbe essere anche una donna, o un uomo disoccupato) sembra stanco perché cerca un lavoro possibilmente non malpagato.Gli schiavi non hanno mai smesso di esistere, camminano stancamente.

    RispondiElimina