venerdì 24 novembre 2017

mercato

io sono il mercato

rapinattore bollywoodiano

una mezza rapina oggi, una mezza rapina domani e la sua licoretica fama si sparge per tutto il west inselvatichito dalla globalizzazione

giovedì 23 novembre 2017

diabolicamente

non sono seducibile, non ho scrupoli, non sono scoraggiabile

tarlo

proprio quel che manca
vorresti contare.
s'ingobbisce il tarlo
col suo cielo di legno
che non smette di strillare 

passettini

ieri ho fatto una passeggiata di ben venti minuti

mercoledì 22 novembre 2017

riconoscere

non significa concordare ma tenere conto della realtà: diversità e alterità.
il fine può essere quello di trovare accordi, intese. o anche semplicemente di non confliggere

profumo

allora siete coglioni due volte, se pagate, e profumatamente, uno che non fa e non sa fare il suo lavoro

martedì 21 novembre 2017

nazionale

c'è chi ha prospettato uno sciopero televisivo.
quasi fosse un duro lavoro

lunedì 20 novembre 2017

finestra

aprire la finestra. per evadere. per consentire l'entrare.
la mozione degli affetti.
quella luna che resta sospesa senza apparente spontaneità.
avere spazio non obbliga ad alcuna promessa.
non prevede di cercare la verità che vogliamo trovare

venerdì 17 novembre 2017

giovedì 16 novembre 2017

sulle barricate

piovono cani e porci
cavando gli occhi
coi lampi di colore
il tutto per poche distrazioni
di un milione forse
quasi dimenticate
quasi oggettivate
sotto la linea
di un margine a destra

mercoledì 15 novembre 2017

martedì 14 novembre 2017

lunedì 13 novembre 2017

provvisori

quasi tempo di bilanci.
provvisori come tutti i bilanci.
solo per fare il punto, per prendere atto dei movimenti, delle direzioni

venerdì 10 novembre 2017

stock di preveggenza

ho finito le mandorle che avevo stoccato nel 2012.
recanti quel diletto peregrino che hanno le cose antiche, vaghe, preziose

giovedì 9 novembre 2017

epimeteismi

quasi solo gli animali sono dotati di istinti.
gli uomini pre-feriscono i pre-concetti

mercoledì 8 novembre 2017

disagio

se escludiamo il bisogno, occorre dire che si tratta della situazione più comune e quindi più propizia a percorrere la via. insomma lo vedo come un silenzioso, agile e perciò facilmente piacevole compagno di viaggio

martedì 7 novembre 2017

non solo saluti

(piagnucolando)
se (tramite me, s'intende) tutti mi inviano i loro saluti è perché sei un bravo ragazzo

lunedì 6 novembre 2017

oniricovirtualità

ormai non c'è niente di più reale del virtuale.
il borneo attraverso i sogni m'insegue fin qui

venerdì 3 novembre 2017

voglio morire aviere

bizzarro ma simpaticamente piacevole ambientare l'elisir d'amore a milano malpensa

giovedì 2 novembre 2017

parca cena

"la sera mangio solo una minestrina"

infatti ad ogni nuova pietanza che le proponevo diceva:
poco poco.
oppure:
ecco, basta così

poiesi

a volte il sentimento è talmente forte che la poesia sgorga già compiuta, perfetta: la scrivo senza nemmeno pensarla