venerdì 6 luglio 2018

pregare

le preghiere sono usualmente contratti

6 commenti:

  1. Un contratto? Interessante.
    Sì, forse per i creduli... per i credenti potrebbe essere un atto di fiducia: "se non a te, Signore, a chi dovrei rivolgermi nel bisogno?
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. contratti unilaterali che prevedono una remunerazione per umiltà e miseria. buon giorno

      Elimina
  2. Un contratto? Perché arrivi a questa deduzione?
    La preghiera é"affidamento", fiducia, naturalmente per chi è credente.
    Buona serata e inizio di una settimana, che porti cose belle!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. distinguerei la fede dalla fiducia. la fede del credente dalla fiducia del saggio (che non si affida ma prende parte).
      cose belle, ne sono consapevole, dipendendo da me.
      buon giorno

      Elimina
  3. non saprei dire cosa sia..perchè non prego.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. neppure io. in un senso e nell'altro

      Elimina