giovedì 7 giugno 2018

aspettando l'estate

un mese che metto in tasca il pacchetto. e ancora non l'ho aperto.
intanto osservo attentamente quello che mi circonda.
ascoltando nel contempo i suoni che la cavità rimanda.
quivi approdano lentamente i pensieri.
riva di coraggio e di sembianze dove tutto si confonde:
i pesi con gli affetti, i ricordi con la scienza dei costumi o delle regole.
distillati di vele trasparenti e bizzarre, luci d'acqua e di cristallo

20 commenti:

  1. che pacchetto ??? è un regalo ?? :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se non è un regalo non mi interessa... ah ah!!

      Elimina
  2. un nuovo costume da bagno ?? :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. acqua. è il caso di dirlo :)

      Elimina
    2. sempre l'acqua c'entra....se ho indovinato !!

      Elimina
  3. Lo metti in tasca ogni giorno e poi lo togli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, ogni volta che rientro a casa.
      buon giorno

      Elimina
    2. indovinato: impermeabile !!!

      Elimina
    3. e allora cos'è 'sto pacchetto ???!!!

      e che cosa aspetti tu dell'estate ?? che se non ricordo male non è tra le tue stagioni preferite...

      Elimina
    4. non per il caldo. solo per via della mia pelle delicata

      Elimina
  4. stai diventando prudente ?? :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti possiedo una certa scienza.
      buon giorno

      Elimina
  5. indizi ? ...cavità vuota che risuona....il cuore ?

    RispondiElimina
  6. chissà perchè ti ho immaginato come ciclista perso nella campagna, che accarezza l'impermeabile nella tasca ah ah !! perché piove spesso, certamente !!
    e seppure ora che mi hai rivelato l'indovinello lo stesso l'immagine del ciclista permane...

    RispondiElimina
  7. che si ferma ad aspettare che la pioggia diradi.
    che contempla gli aironi nel canale asciutto..e gli altri voli che si intrecciano in cielo...

    RispondiElimina