martedì 5 aprile 2016

desco

fino a non molto tempo fa sarebbe stato impensabile che mi sedessi a tavola senza pane e vino

15 commenti:

  1. todo cambia.
    una bellissima canzone di mercedes sosa.
    tutto cambia caro mio tutto può cambiare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo è risaputo. però questa resta per me una cosa impensabile. dev'esserci un buco da qualche parte

      Elimina
  2. il fatto che tu non l'abbia pensata non significa che non esista. non esiste solo il mondo intorno a noi. il mondo esiste a prescindere da noi stessi e dalla nostra ristrettissima veduta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ovviamente e altrettanto discutibilmente

      Elimina
  3. Ma manca perchè te ne sei dimenticato di comperarli oppure perchè non li puoi mangiare e bere?
    Personalmente faccio a meno del vino ma il pane per me è vitale sulla tavola. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. naturalmente perché mi causano problemi. altrimenti non ne farei assolutamente a meno, nelle giuste quantità. non dimentico mai nulla. buon giorno

      Elimina
  4. Anch'io adoro il pane quotidiano, posso evitare la pasta ma non il pane.Il vino me lo concedo solo la domenica, è una antica abitudine di famiglia.Ciao ANT, ciao Farfalla, ciao Brezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lili dolce notte a te.

      Elimina
    2. lili@ il pane quotidiano è (era) sia un piacere che un rito. ciao

      Elimina
    3. ciao lili !! il pane che cosa magica !!! lo contemplo a volte misticamente... se solo pensassimo da quanto lontano viene quel pane...ci è voluto un anno di cure della pianta, dal seme che qualcuno ha seminato, un anno intero quasi per ottenere magici semi che raccolti, puliti macinati impastati e cotti da mani sapienti arrivano sulle nostre tavole !! una magia bellissima e antica...

      Elimina
    4. antonypoe avrò risentito di quel libro di enzo bianchi ?

      Elimina
    5. lo domandi a me? :)
      a me non è stato necessario leggerlo per fare certe considerazioni

      Elimina
  5. non so se l'ho letto nel suo libro o queste considerazioni erano già mie... mi sembra un sentire che ho in comune con lui. non è il libro che vidi da te, è un altro che ho qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. considerazioni che hai sentito fare anche a me

      Elimina