giovedì 30 aprile 2020

teatro dello scontento

un fenomeno complesso non ha soluzioni ideologiche

mezza via (utile al dilettevole)

a mezza via ho forato e sono dovuto tornare indietro, verso casa, a piedi.
ne ho approfittato quindi per sistemare diverse cosette

mercoledì 29 aprile 2020

categorie

le categorie dimenticate piangono.
ma non è colpa del governo o della scienza se l'invasore ha messo in luce la loro vulnerabilità

martedì 28 aprile 2020

virtù del sonno

sono accorto, cerco di trarlo in inganno (ascoltando o leggendo qualcosa).
ma lui (non per niente è divino) sempre mi coglie di sorpresa

a proposito di bestie

trovava negli occhi umidi dell'amica, nella sensibilità di quelle narici, una conferma al suo disgusto: "come si fa ad amare una tale donna?" si domandava con un vero e isterico ribrezzo; "io non potrei neppure toccarla, tutta piena di calore, tutta piena di amore; non è una donna, è una bestia"

lunedì 27 aprile 2020

dolcezza d'animo

salendo e scendendo per le scale: mai sentito tanti profumi di torte

fase marciapiedi

questa fase prevede un rischio di recrudescenza.
perché l'invasore ha portato diversi benefici, fra cui il piccolo miracolo, strano a dirsi, di una diminuzione degli escrementi sui marciapiedi.
vedremo ora cosa accadrà, se qualcosa cambierà davvero, a cominciare da questo particolare

venerdì 24 aprile 2020

romanzo sentimentale

i libri interessanti e importanti della mia vita sono ovviamente tanti.
tra questi un posto particolare lo occupano i romanzi, a cominciare da quelli d'avventura letti da ragazzino.
ma se debbo indicarne uno, anzi, se occorre fare emergere un legame significativo, per varie ragioni, che non sto a precisare, ma in parte intuibili, allora la scelta si riduce a un titolo preciso: l'idiota di Dostoevskij

venerdì 17 aprile 2020

solo fiocchi rosa

l'ottava bambina del condominio.
con una proliferazione al piano dove abito: ben cinque su otto

giovedì 16 aprile 2020

sfortuna

mi domando come abbia immaginato di attraversare, di tentare quella quanto mai strana avventura.
certamente, col poco traffico di questi tempi, è stata assai sfortunata la piccola talpa

mercoledì 15 aprile 2020

baldoria pasquale 2

avevano comperato talmente tanta roba la settimana scorsa che ieri la fila era piuttosto corta

baldoria pasquale

la badante ha fatto bere a mammetta, astemia, un dito del prosecco di conegliano che le avevo portato

martedì 14 aprile 2020

oniricamente

i miei sogni sono quasi sempre piuttosto agitati.
grazie di quest'altra coscienza

de instructione

se la scuola è un'istituzione di qualità, indifferentemente ottima o pessima, allora non ci saranno problemi e ripercussioni a questa forzata interruzione.
se invece, come credo, è quasi solo funzionale a esprimere un giudizio autoreferenziale potrebbero essercene

parusia

i cristiani attendono da duemila anni la fase due

venerdì 10 aprile 2020

due forze

sia ieri che oggi gazza e merlo non si sono fatti vedere.
e mi domando quale delle due, ugualmente ineludibili, l'abbia impedito

giovedì 9 aprile 2020

fine del secolo scorso

ogni cosa è al suo posto
anche il sapore di castagne sulle labbra

un secolo fa

gli parvero in quel momento ridicoli eppure invidiabili appunto perché essi aderivano a questa realtà e consideravano veramente la parola "mascalzone" come una ingiuria mentre per lui, gesti, parole, sentimenti, tutto era un giuoco vano di finzioni

differenza

sono ancora vestito in modo assai pesante, come in pieno inverno.
l'unica differenza è che non sento più molto freddo

mercoledì 8 aprile 2020

abbracci negati

dovremmo abbracciarci.
ma il nostro prossimo, da cui voi tutti dipendete, abita a Wuhai

continuano

a farmi regali: un vasetto di marmellata.
molto gradita anche se si tratta di quella che mi piace meno di tutte: albicocche.
fatta in casa, con frutta raccolta dall'albero.
ebbene, la sto rivalutando

martedì 7 aprile 2020

fumatori

è consentito recarsi in tabaccheria per sigari e sigarette.
perché non si potrebbe andare in chiesa per l'oppio?

lunedì 6 aprile 2020

disciplina emiliana

stamattina presto, appena attraversato e superato il borgo, non ho più incrociato nessuno, né a piedi né in bicicletta o in auto.
accade quasi sempre ormai da circa un mese

dicesi opportunità

la madonna avrebbe detto che satana regna e desidera distruggere le vostre vite e il pianeta

e c'è chi avrebbe aggiunto che questa disgrazia forse è una grazia

venerdì 3 aprile 2020

all'improvviso

tra quei bimbi
lo scorgo:
il fervore ardente
e sudato
il tesoro
gelosamente sotterrato
in attesa
d'esser
tardivamente
ritrovato

(m'ero ripromesso di non scriver più nulla se prima non avessi composto finalmente, almeno una volta nella vita, una poesiola apprezzabile. ebbene, ho fallito)

giovedì 2 aprile 2020

provvedimenti, incompetenza, filiera, disorganizzazione e incompatibilità

abbiamo riaperto l'attività.
cioè stiamo tentando.
i nostri clienti dei settori agroalimentare e farmaceutico hanno richiesto espressamente e urgentemente il nostro intervento per proseguire i lavori in corso.
ora resta "solo" da completare il piano esecutivo per riuscire a soddisfare tali richieste.
dovrebbero riaprire anche i nostri fornitori a vario livello.
e a loro volta i subfornitori e i subsubfornitori.
e via così fino in fondo alla filiera e a chi opera nel settore dell'estrazione delle materie prime occorrenti, che poi vengono successivamente lavorate, in diverse fasi e da diversi operatori, per diventare semilavorati, prodotti finiti, merci, ecc.

grazie (buon senso)

un'ora prima dell'apertura ero già il nono della fila, che poi è diventata quasi chilometrica.
ma ho impiegato meno di dieci minuti per gli acquisti, pagare e uscire.
il primo che attendeva fuori, forse un po' stupito e già rassegnato, mi ha ringraziato.
basterebbe un pizzico di buon senso e accortezza.
invece c'è chi, perpetuando le vecchie abitudini, gira mezz'ora tra gli scaffali, semplicemente perché non sa o non ha ancora deciso cosa comprare