martedì 2 maggio 2017

che lavoro?

un lavoro qualsiasi per me è sempre andato bene.
purché fossi e sia in grado di svolgerlo. uno vale l'altro e non ho mai considerato un lavoro più importante di un altro. certamente può essere più o meno interessante, faticoso, noioso, etc.
importante invece sarebbe recuperare il suo valore sociale

14 commenti:

  1. anche per me è così. ne ho cambiati molti anche per questo motivo. ne sono contenta. cambiare lavoro dà una ricchezza di vedute inimmaginabile.
    e sono d'accordo anche sul recupero di valore di qualsiasi lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo: ricchezza e utile esperienza

      Elimina
    2. Fin quando è possibile,è meglio cercare di svolgere un lavoro interessante, poichè esso accompagna molta parte della vita, ed è molto triste dover sopportare un'attività che non piace.Secondo me, naturalmente.

      Elimina
    3. Il lavoro che piace è un lusso per pochi. Un buon compromesso potrebbe essere quello di avere un lavoro accettabile sotto alcuni aspetti e sotto altri no: almeno una piccola percentuale di quello che si fa dovrebbe dare appagamento. Anche il lavoro più bello ha i suoi pro e i suoi contro, come tutte le cose.
      Ma, se tutti fanno il lavoro dei sogni, chi laverà i piatti al ristorante? Tu? Per non dire altro. Considerati fortunata perché in molti casi i talenti meritevoli sono solo le raccomandazioni. Ovviamente chi ricopre ruoli "alti" se davvero sono all' altezza si... sentono e si vedono a occhio 🙄. Ora che il lavoro scarseggia, bisogna accettare quello che si trova.

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    5. Il lavoro che piace è un lusso per pochi. Un buon compromesso potrebbe essere quello di avere un lavoro accettabile sotto alcuni aspetti e sotto altri no: almeno una piccola percentuale di quello che si fa dovrebbe dare appagamento. Anche il lavoro più bello ha i suoi pro e i suoi contro, come tutte le cose.
      Ma, se tutti fanno il lavoro dei sogni, chi laverà i piatti al ristorante? Tu? Per non dire altro. Considerati fortunata perché in molti casi i talenti meritevoli sono solo le raccomandazioni. Ovviamente chi ricopre ruoli "alti" se davvero sono all' altezza si... sentono e si vedono a occhio 🙄. Ora che il lavoro scarseggia, bisogna accettare quello che si trova.

      Elimina
    6. lili@ ho fatto lavori di ogni tipo e non li ho mai trovati tristi. semmai alcuni erano fisicamente pesanti o erano ripetitivi e avevano ritmi elevati, oppure venivano svolti in situazioni ambientali poco piacevoli. quindi posso concordare sul fatto che sia preferibile dopo un certo tempo cambiare e trovare qualcosa di meglio o più interessante, come dici tu. ma tutti offrono esperienze, anche e soprattutto a livello umano, e sono contento di averle fatte. ciao

      Elimina
    7. lar@ il lavoro che piace, nel vero senso della parola, direi che, almeno a priori, non esiste. se piace, allora non è un lavoro ma un'arte, svolta anche con una certa professionalità e autonomia.
      occorre acquisire quindi le capacità e lo spirito adatto a trasformare il lavoro, qualsiasi lavoro direi, in quella particolare abilità o arte.
      buon giorno

      Elimina
    8. Un' arte? Ah. Il mio lavoro a me piace. Quest' anno ancora di più...non mi pare sia un ' arte..comunque. poi c'e chi dell' arte la spreca facendo quello che vuole.

      Elimina
  2. Del lavoro? Dipende dall' uomo. Dall' uomo leale e incorruttibile. Dall'uomo vero e coraggioso.

    RispondiElimina
  3. Conoscendoti però tu prenoti e compri al discount. Male molto male.

    RispondiElimina
  4. E sicuramente lo fai anche a casa tua. Ma forse no.

    RispondiElimina