venerdì 11 maggio 2012

luce

la luce è interiore. ma, proprio per questo, chi può scorgerla?
ne resta una traccia nei gesti?
qualcuno, riuscendo ad intravedere, risponde appellando.
un richiamo che diviene preghiera e lascia spazio all'attesa.
ancora occorre accettare la sfida e disperdere l'ombra

11 commenti:

  1. tutti possiamo scorgerla se la guardiamo con strumenti giusti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. occorrono strumenti sofisticati però a volte. perché la luce è proprio fievole :) ciao

      Elimina
  2. Forse non la vedi tu. Se ti guardo, entrando nelle tue parole, la tua luce la vedo bene, così lontano come sono. Ciao

    RispondiElimina
  3. Potrebbe essere l'aura che tutti abbiamo, secondo alcuni? Se è così penso che ciascuno ne abbia di diversa intensità.Ci sono persone che illuminano...

    RispondiElimina
  4. Dipende sempre dalla luce!
    Ma chi si rivede! :)
    Sara

    RispondiElimina
  5. sì è così che inizia (che iniziò)...entrando in quelle parole si percepisce una luce, di quella persona e solo di quella, con un' intensità che ci attira con una tale tensione che qualsiasi distanza annulla... è l'inizio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. soffri d'ansia? :)
      Sara

      Elimina
  6. Si, non so tu, ma io ,finalmente, voglio la tranquillit� :-)
    ora sono anonima. Sara � un nome comune, per non confondere mi firmer� come Sara64!
    Grazie a te! :-)
    Sara64

    RispondiElimina
  7. sto leggendo a ritroso!
    Bella questa poesia! l'ho copiata!
    Posso vero?
    Si e grazie!

    RispondiElimina