giovedì 27 settembre 2012

ipotesi

se, per ipotesi, mi mettessi a leggere odicaldi o odifreddi e non capissi, mica mi darei subito per vinto. proverei ad andare ancora un po' avanti nella lettura.
ma al massimo per qualche altra pagina. non insisterei a non capire

10 commenti:

  1. credo che,per quanto riguarda le letture, la linea che separa il "non capire" dall' "annoiarsi" non è mai ben definita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mai avuto il problema della noia. ma, se l'intendiamo in senso più generale, come disinteresse, allora hai ragione

      Elimina
  2. io invece sono diventata molto drastica.
    non importa se non capisco o se mi annoio. se un libro non parte, che sia odicaldo o odifreddo, non parte !
    punto !
    ... e lo riporto all'origine, senza fare neppure la pur flebile fatica di girare altre paginucce..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. drastica coi libri. ma più in generale?

      Elimina
  3. pià che non capire non ...comprendo! :)
    Ciao!
    ps però codivido l'impegno! anche se fa venire mal di testa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oppala! pur'io distinguo fra capire e comprendere. intendendosi comprendere anche in senso più profondo e psicologico, che si estende anche oltre l'oggetto o la materia trattata

      Elimina
  4. ...uhm, avevi in mente un doppio senso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spesso è così. ma utilizzo questa forma per dare spazio. sia al mio pensiero, in fase costruttiva, sia a quello altrui in chiave interpretativa e d'apporto

      Elimina
  5. se le persone mi annoiano sì, sono drastica anche con le persone...

    RispondiElimina